Inserisci chiave di Ricerca

Opera in Cartapesta: La Fabbrica di Materia Oscura

“In questo abisso selvaggio,

Il grembo della natura e forse la sua tomba,

Né di mare, né terra, né aria, né fuoco,

Ma tutti questi al concepimento mischiati

Confusamente, e quindi sempre in conflitto,

Finché il creatore onnipotente ordini loro

Da queste oscure materie di creare altri mondi,

In questo abisso selvaggio il cauto demonio

Sta ai margini dell’inferno e intanto osserva,

Ponderando la sua traversata…”

(John Milton, “Paradiso perduto”)

 

Opera numerata e firmata dall’autrice

 

Per l’acquisto di quest’opera, si prega di contattare privatamente l’autrice all’indirizzo email shop@lalberodelbradipo.it

Sfoglia la lista dei desideri
Compare
LA 1-19. 1 disponibili N/A , . , , , , , , , , .

Descrizione

Immaginando uno dei mondi possibili dell’universo di Philip Pullman (“Queste Oscure Materie”), dove la Polvere viene forse creata oppure semplicemente lavorata… In strutture di pietra e metallo, attraverso ingranaggi e ruote, ponti e scale. Strutture pesanti, ma che sono pur sempre mongolfiere, in grado all’occorrenza di volare via. Un pianeta di roccia nera, illuminato da un fiume d’oro e di luce.

Informazioni aggiuntive

Colore

,